Bio ITA

06/07/2016

Luca Delle Donne nasce a Trieste nel 1983 ed inizia lo studio del pianoforte all’età di 6 anni. Si diploma con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore presso il Conservatorio “G.Tartini” della sua città nella classe di Lorenzo Baldini. Prosegue poi gli studi con Gabriele Vianello nell’ambito del Biennio specialistico ad indirizzo interpretativo che conclude con 110 e lode. Frequenta il corso di perfezionamento triennale nell’Accademia di Musica di Pinerolo con Franco Scala; continua gli studi con Pietro De Maria, Andrea Lucchesini e Filippo Gamba.

Per arricchire le sue esperienze musicali ed artistiche ha partecipato a molte masterclass con docenti di chiara fama tra i quali spiccano Philippe Entremont, Sergio Perticaroli, Benedetto Lupo, Franco Scala, Andrei Pisarev, Sylvia Hsiang-Tai Chu, Alexander Lonquich, il Trio di Parma ed il leggendario Trio di Trieste.
Presso la “Mozarteum Universitaet” di Salzburg ha studiato con Claudius Tanski ed ha eseguito l’integrale degli Études op.10 di Chopin.
Ha frequentato per due anni il “Certificado de Artista Antonio Fragoso” per musicisti particolarmente distinti a Coimbra (Portogallo) con Aquiles Delle Vigne, suo Maestro e mentore, che lo ha così descritto:

Luca ha un enorme senso musicale e sviluppa la sua Arte con molta convinzione. Il suo repertorio ed il suo amore seguono i passi dei grandi nomi del pianoforte. Studia un’opera in maniera estremamente approfondita. La penetra nei suoi aspetti più sottili e la ama. E’ un poeta, ed allo stesso tempo un leone, del pianoforte.

Si esibisce in Italia, in tutta Europa (Slovenia, Croazia, Svizzera, Austria, Portogallo, Olanda, Regno Unito, Belgio, Germania) in Asia (Cina e Giappone) ed in America  (Guatemala e Brasile) per conto di importanti stagioni musicali e in prestigiose sale da concerto.
Nei giornali italiani ed esteri viene così descritto: “Interprete accorato” (“Il Piccolo”) “Poetico, virtuoso e fantasioso” (“Novi List”) e “Musicalissimo concertista sorretto da ottima cultura musicale e tecnica” (“La Voce”).
Collabora con solisti di fama internazionale come Emmanuele Baldini, Massimo Macrì, Monte Belknap, Dawn Wohn, Alessandro Beverari, Gervasio Tarragona Valli, Massimiliano Miani, Laura Antonaz.

Vanta molti riconoscimenti nazionali ed internazionali, come la borsa di studio “Maria Grazia Fabris” che nel 2004 riceve dalle mani del direttore d’orchestra Daniel Oren.
Nel gennaio 2010 è inoltre finalista al “Premio delle Arti” svoltosi a Genova tra tutti i conservatori italiani e riceve il “Premio cultura” per la migliore interpretazione di una sonata classica: da allora propone con continuità recital monografici e lezioni-concerto su Beethoven con l’obiettivo di completare l’esecuzione pubblica delle 32 sonate per pianoforte.

Ha suonato da solista con l’Orchestra del Teatro “G.Verdi” di Trieste al Politeama Rossetti, Amadeus Adriatic Orchestra, Orchestra da camera di Rijeka, Orchestra da camera di Pinerolo, Orchextrà, Orchestra del Conservatorio “G.Tartini”; in recital a Londra con un programma beethoveniano all’interno del “London Beethoven Project”, a Lisbona (Teatro Sao Carlos, Palacio Foz), ad Amsterdam (Istituto italiano di Cultura), a Nizza (Conservatorio), a Ginevra (Centre des Arts), a Tokyo (Bunka Kaikan) e Xi’an (Conservatorio e Steinway Society): recentemente si è esibito a Rovereto alla sede nazionale dell’Associazione Mozart Italia, a Salzburg alla DomchorSaal in veste di camerista durante la “Mozartwoche 2018”, solista nel Triplo Concerto di Beethoven al Politeama Rossetti di Trieste, a Ravenna al Teatro “Alighieri”, a Città del Guatemala nella Sala del Conservatorio Nacional, a Belo Horizonte in Brasile, come solista nel Concerto di Grieg ed in recital a Teramo, Cosenza, Trieste, Torino e Grado.
Nel 2015 ha lavorato a Trossingen (Germania) come pianista presso la “Staatliche Hochschule für Musik”.
E’ stato inoltre in tournée in Cina nel 2016, dove ha tenuto 11 concerti e masterclasses, e tre volte in tournée in Giappone nel 2017, 2018 e 2019.

Il suo CD delle sonate di Schumann per pianoforte e violino con Emmanuele Baldini uscito nel gennaio 2019 e pubblicato da Da Vinci Classics è stato trasmesso su Radio3, premiato con 4 stelle su Repubblica ed è stato recensito con 5 stelle da Andrea Bedetti su www.musicvoice.it con queste parole: “In assoluto, una delle migliori versioni in commercio. Emozionante”.

Il 23 aprile 2021 uscirà un CD con Emmanuele Baldini per Naxos con l’integrale delle Sonate di Ermanno Wolf Ferrari per pianoforte e violino.

Oltre all’insegnamento, nell’arco dei suoi 31 anni di percorso musicale, ha inoltre ideato e condotto trasmissioni radiofoniche, organizzato eventi culturali di ampio respiro (“Progetto 9”, “Settimana beethoveniana”, direttore artistico di sette edizioni del Festival Internazionale “Primavera beethoveniana”, “Festival delle Culture 2020”, ”del Festival “PianoCity Trieste 2019” e “Grado Piano Days 2019” e vice direttore artistico per 5 anni dell’Associazione Mozart Italia sede di Trieste),  tenuto conferenze, prolusioni, lezioni tematiche, è stato membro del Direttivo della prestigiosa “Società dei Concerti” di Trieste.

E’ stato presente in giuria in diversi concorsi nazionali ed internazionali (Trieste, Udine, Empoli, Firenze) è attualmente docente di Pratica e lettura pianistica presso il Conservatorio “J.Tomadini” di Udine ed insegna regolarmente pianoforte presso la Scuola di Formazione Musicale “Artemusica” di Trieste.

_DSC0035